Il Decreto che modifica il Testo Unico dell’Edilizia (DPR 380/2001) stabilisce che entro il 31 dicembre 2017 i Comuni hanno dovuto adeguare il regolamento edilizio prevedendo che per il conseguimento del titolo abilitativo sia obbligatoriamente prevista la predisposizione per installare colonnine di ricarica dei veicoli elettrici.

La norma riguarda gli edifici di nuova costruzione ad uso diverso da quello residenziale con superficie utile superiore a 500 metri quadrati oltre agli edifici residenziali di nuova costruzione con almeno 10 unità abitative.

Ogni spazio destinato a parcheggio, sia coperto che scoperto, dovrà avere una infrastruttura elettrica che permetta la connessione di una vettura ad un’apposita colonnina di ricarica. Per i soli edifici residenziali di nuova costruzione con almeno 10 unità abitative, l’obbligo sarà limitato ad un numero di spazi auto non inferiore al 20% del totale

A tale scopo sono oltre 20 i milioni di euro stanziati dal Trentino nei prossimi 5 anni per promuovere la mobilità elettrica. Sono state attivate agevolazioni e incentivi per l’installazione di colonnine di ricarica sia per privati che per aziende. Nei prossimi mesi sono previsti incentivi per l’installazione di colonnine pubbliche per sviluppare i percorsi per e bike.

Per saperne di più